Il linguaggio del Navigatore

Il Navigatore di rally parla una lingua diversa, costruita per rendere impossibile il fraintendimento, così come accade con tutti i linguaggi tecnici (il sistema di bandiere per le navi, l’alfabeto internazionale) caratterizzati da chiarezza e corrispondenza biunivoca di termini, dove ogni parola ha sempre e solo un significato senza margine di interpretazione.

Paradossalmente, è proprio questa caratteristica  a rendere la lingua del Navigatore un affascinante tessuto su cui creare una storia basata sul suo fraintendimento.

Così come nel  dialogo tra tra due amanti tristi, creato utilizzando il codice delle bandiere per la navigazione, ho preso il linguaggio biunivoco del Navigatore e l’ho reso ambiguo, distorcendone il significato originale. E ed ecco allora che la voce (reale) del Navigatore diventa la rete su cui viene costruita la narrazione con sfumature che lasciano intuire sia la tensione (il tempo sospeso a un minuto e il pugno chiuso a trenta secondi) che la sicurezza dell’esperienza (la necessità di gestire il pilota e le sue emozioni, dargli il ritmo e tirare rallentando le note o accelerarle quando lo senti che può fare di più).

E questo è quello che immagino accada quando il Navigatore, che conosce sempre la strada, incontra la donna che continua a perdersi sulla via di casa.

Screen Shot 2016-08-23 at 22.47.56

 

 

 

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s